Accademia
LA LEGGENDA DEI VENDITORI PORTA A PORTA

Si narra da tempo immemorabile che il “Venditore” sia un losco figuro, capace di penetrare ogni abitazione con estrema furbizia e intenzioni oscure.

Questo individuo è visto malissimo dalla società odierna, vive per suonare campanelli e bussare alle porte di chiunque con lo scopo di propinare ogni genere di prodotto e trarne un profitto.

Parliamo di una categoria molto estesa che opera in ogni settore, ogni infrastruttura, con ogni mezzo fisico e tecnologico.

Il modus operandi è semplice:

“Usa la comunicazione per stabilire un contatto con il potenziale cliente, usa come arma la parola per raggiungere la fantomatica “stretta di mano” che nella lingua segreta della categoria viene chiamata “Chiusura”.

Questo soggetto è altamente pericoloso e va tenuto a debita distanza.

Sbaglio o questo è ciò che ci hanno insegnato a proposito dei venditori?

Ora torniamo alla realtà in cui viviamo.

Non posso dire che non mi sia mai trovato di fronte a personaggi negativi ed invadenti che volevano propinarmi qualcosa che non mi serviva nemmeno, magari molto abili nella comunicazione, cosi abili da spaventarmi e quindi da allontanarmi.

Ma un caso isolato non può e non deve diventare una regola e una verità da estendere a tutto il genere umano.

Ognuno di noi ha vissuto almeno un’esperienza negativa o poco appagante durante un acquisto, ne sono certo, e per questo la mente ha giocato il ruolo che è solita fare:

PROTEGGERCI DAL PERICOLO.

Parlo del pericolo di incombere in un qualsiasi evento negativo e lo fa a prescindere dalla realtà o dalla finzione, perché non le sa distinguere.

La minaccia che qualcosa di negativo accada non equivale alla certezza che avvenga, dunque ci troviamo di fronte ad un problema più profondo e radicato, ovvero che:

LA MENTE “MENTE”.

E Perché lo fa?

Perché è stata condizionata a farlo nel tempo da esperienze vissute o raccontate da altri, questo ha fatto sì che il nostro subconscio ci spingesse a credere in qualcosa che in realtà non necessariamente esiste.

Da qui comprendiamo che il condizionamento mentale costruisce due cose molto potenti:

CREDENZE E CONVINZIONI.

Da questi due “parametri” cognitivi ci muoviamo e riflettiamo ogni nostra azione e ne consegue un risultato commisurato alla sua origine: IL PENSIERO.

Si dice che il pensiero “Crea”, dunque deduciamo che bisogna fare estrema attenzione a ciò che si pensa, perché dal pensiero dipende quello che nella realtà si ottiene.

Facciamo bene attenzione, stiamo navigando nel concetto che ha generato la nostra credenza che ci ha indotto a pensare e concretizzare in noi la figura del venditore come una realtà negativa e sporca un po’ come dire che vendere è scorretto e disonesto.

Ma come ben sappiamo non è cosi, piuttosto dal pensiero che ha generato questa credenza ne ha partorito una convinzione che condizionata nel tempo ha reso reale in noi la bugia che viviamo per sentito dire o per qualche caso sporadico avvenuto in passato.

Quindi come facciamo a smettere di sentirci sbagliati quando proponiamo un prodotto XWOMAN o il protocollo di allenamento?

In realtà è molto semplice, va rifatto il processo di condizionamento partendo dal pensiero esattamente come abbiamo fatto con le credenze attuali:

PENSIERO POSITIVO SULLA VENDITA

Esempio: “Vendere è normale, cosi come comprare lo è per tutti.”

SENTIMENTO POSITIVO SULLA VENDITA

Esempio: “Vendere è un’esperienza positiva ed emozionante esattamente come lo è acquistare qualcosa che vogliamo e ci rende felici.”

COMUNICAZIONE POSITIVA SULLA VENDITA

Esempio: “Proporre il protocollo partendo dalla propria esperienza d’acquisto e di allenamento, riflettendo i risultati conseguiti proprio per aver comprato il percorso che XWOMAN ci ha venduto.”

CREDENZA POSITIVA SULLA VENDITA

Esempio: “Dal momento in cui trasmetti sicurezza e verità in ciò che proponi crederai che consegnando il protocollo di allenamento consegnerai la stessa opportunità che hai avuto tu di rinascere a nuova vita.”

CONVINZIONE POSITIVA SULLA VENDITA

Esempio: “Saremo sempre più convinti di fare del bene a mano a mano che questo processo di smantellamento e ricostruzione delle nostre credenze verrà condizionato nel tempo.

D’altronde ci vuole tempo, non siamo nati in un giorno ma in nove mesi, magari per qualcuno cambia ma di poco, il concetto però rimane lo stesso, sta ad ognuno di noi riscrivere la propria storia se quella che viviamo non ci appartiene veramente.

Dunque iniziamo subito dai nostri pensieri, creiamo il meglio proiettando la migliore visione possibile nel mondo, e ricordiamoci che tutte le grandi imprese, i grandi sogni, le cose impossibili, sono rimaste tali finché qualche individuo con una mente straordinaria non le ha rese possibili.

“Riscrivi la tua leggenda.”

Andrea Carrus

Sales Coach XWOMAN

VUOI DIVENTARE UNA FITNESS COACH DI XWOMAN?

Se vuoi diventare una Fitness Coach di successo, posso aiutarti a farlo. L’Accademia di XWOMAN è creata per questo.

Come un percorso di COACHING e FITNESS SCIENTIFICO, votato a renderti un’allenatrice e una motivatrice in grado di cambiare la vita a migliaia di donne.

Possiamo capire insieme se questo percorso è adatto a TE!

Lascia il tuo nome, cognome, e-mail e numero di telefono in questo form e ti farò contattare entro 24 ore da un membro del mio staff, al fine di capire se l’Accademia di XWOMAN è ciò che il destino vuole per te, e se è ciò di cui hai davvero bisogno per realizzare i tuoi sogni!


 

Ivan Orizio
Fitness Coach e Creatore di XWOMAN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

ARTICOLI CORRELATI

Menu